post it per mamme

storage-box-with-wheels-nothing-is
Recentemente si è parlato di una marca di abbigliamento che ha stampato sull’etichetta delle istruzioni di lavaggio di una felpa un messaggio sessista: “Falla lavare alla tua mamma, è il suo lavoro!”. Le aziende se ne inventano di ogni, per 5 minuti di celebrità sul web. Eppure questa affermazione mi ha irritato solo in parte. Cioè nell’ultima parte (è il suo lavoro). Se si fossero limitati a “falla lavare alla tua mamma” mi avrebbero conquistata. Sebbene papàdifilippo si lavi le camicie da solo e possa facilmente istruire la sua prole su come farlo, a me l’idea di essere considerata l'”esperta” non dispiace. Trovo che la programmazione dei lavaggi della lavatrice sia un lavoro molto strategico. E’ ho un metodo di classificazione del bucato tutto mio, che va al di là del bianco/colorato. Per esempio, i calzini li lavo solo con i pantaloni e null’altro. Le tovaglie e gli strofinacci li lavo da soli. Avere delle proprie paranoie sulla lavatrice è una cosa normale, o no?

Anche ritrovare gli oggetti perduti (e quelli non perduti) è tra le specialità delle mamme. “Dov’è?” sta diventando una delle domande più frequenti di Filippo. Dov’è l’ipad? Dov’è il mio libro dei pompieri? Dov’è la tigre bianca? Dov’è il colore rosso, quello con il tappo morsicato?.

Foto: portagiocattoli Boomingville Mini.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...