Ho imparato a dormire immobile sul mio fianco sinistro

Quando ero piccola e mio papà partiva per lavoro, la mia mamma non voleva mai farmi dormire con lei. Diceva che di notte mi agitavo troppo e la tormentavo con i calci. Quando sono andata a vivere da sola e a dormire nel mio primo letto matrimoniale ho scelto come mio lato del letto il centro. Avevo un letto antico, appartenuto alla mia nonna, che ricordava le favole delle principesse. Mi beavo di tutto quello spazio che avevo per me. Tutto a mio unico uso e consumo.

Poi mi sono innamorata. E quel grande letto è stato sostituito da un bel letto dal design moderno, colorato ma rigoroso, scelto insieme al mio innamorato ed diventato l’ultimo rifugio della giornata per trovarsi e sentirsi vicini. Ognuno dalla sua parte, ma sempre con un’area di contatto.

Infine sono arrivati Filippo ed Antonia. Un po’ per simpatia verso il co-spleeping, un po’ per comodità, molto per pigrizia, il letto è diventato un affare di famiglia. Un affare molto affollato. Io ho trovato una mia nuova dimensione.  In pizzo sul bordo del letto. Immobile. Sul mio fianco sinistro. Non è così male come sembra mentre lo scrivo. Nessuno invade la mia aria con la sua aria respirata. Sono protetta da eventuali piedi e gomiti nelle costole. Sento comunque di avere un mio spazio.

Non c’è dubbio che i bambini abbiano l’istinto innato alla sopraffazione degli spazi vitali. Lo fanno nei salotti con i loro giocattoli. Nelle macchine, con le loro briciole. E di notte, nei letti dei genitori. In qualche modo bisogna difendersi. Trovare un proprio cantuccio. Accomodarsi. Oggi sono così sistematica nella mia nuova realtà che la scorsa settimana, mentre ero fuori qualche giorno per lavoro, mi sono ritrovata a dormire nello stesso modo, malgrado avessi un metri di lenzuola libere tutte per me.

E ho capito che non è vero che non si cambia. Che si impara a fare a meno di molto, a difendere lo stretto l’indispensabile e a godere di piccoli piedi e mani intruse, che capita di incontrare, mentre sei impegnato a sognare.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...