Endless love

endless_loveQualche giorno fa al parchetto scrivevo su twitter che essere genitori è come stare con un uomo bellissimo e stron**ssimo. Uno che ti piace da pelle d’oca e ti fa soffrire da cuscino pieno di lacrime. Ci sono attimi altissimi. Di pura gioia. Guance morbidissime. Frasi da ridere. Momenti di orgoglio. E c’è l’abisso. La fatica, la frustrazione, la voglia immensa di essere in un altro posto. Non esiste strada in pianura. E’ una vita da montagne russe.  Tanto in alto. Tanto in basso.  E’ destabilizzante, perché non c’è una stabilità. Ed a volte ti auguri di vivere qualcosa di più “medio”.  E lo sai che verrà il giorno in cui non sarai necessariamente coinvolta in tutte le sue visite al wc. Il giorno in cui non cambierà idea venti volte su quale cucchiaino vuole. In cui ti chiederà di andare, invece che piangere di restare. Ma quel giorno non dirà più “panaio”  (giornalaio, calzolaio, …panaio). Non profumerà di lecca lecca. E per sentirsi il re del mondo non gli basterà un tubo con cui far finta di essere un pompiere. Ed allora potrai solo ricordare, mitizzare, come si fa con il più bello della scuola che almeno una sera ce lo siamo baciate un po’ tutte. E pensare che quello era un amore senza fine.

Annunci

One thought on “Endless love

  1. e invece l’unico amore senza fine è quello che viviamo con i nostri “nani” adorati … ma secondo te, sentiremo la mancanza anche delle chiamate presso il wc?! :-O

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...